Skyscraper Whale, Bruges 2018 contro l’abbandono in mare e sulle spiagge dei rifiuti plastici e per un loro ricliclo “artistico”

Lug 26th, 2018 | Di Altri | Categoria: Pubblicità Sociale


Cinque tonnellate di plastica raccolte in quattro mesi sulle spiagge hawaiane: ecco di cosa è fatta la balena gigante che salta fuori dal canale del Belgio durante la seconda edizione della Trinennale di Bruges, il cui tema è intitolato “Città liquida”.

L’imponente scultura di plastica chiamata Skyscraper Whale e progettata dallo studio di design Studiokca di Brooklyn, è stata pensata proprio per attirare l’attenzione sull’enorme quantità di rifiuti che produciamo ed immancabilmente abbandoniamo sul pianeta, con risultati devastanti per i nostri oceani (e dei loro abitanti).

Per realizzare la balena che si inarca sulla storica piazza Jan Van Eyck nel centro della città, è stata raccolta, con l’aiuto dell’Hawaii Wildlife Fund, una quantità di plastica pari ad un palazzo di quattro piani, includendo qualsiasi oggetto pervenuto, perfino paraurti di auto e sedili di water.

Il progetto Skyscraper Whale è fino ad oggi il risultato più ambizioso che la società ha realizzato: i 400 mq di rifiuti di plastica sono stati prima ripuliti, smistati e trasportati da Brooklyn a Bruges per essere riassemblati attraverso una rete metallica.

Related posts:

  1. Riparte con i DJ italiani la nuova campagna contro l’abbandono dei RAEE
  2. Campagna sociale contro la sporcizia delle spiagge a Razo (Galizia)
  3. Refuge contro la violenza sulle donne
  4. Una geniale campagna di Guerrilla Marketing contro la violenza sulle donne