Teads al Netcomm Forum 2021: il futuro della pubblicità online è cookieless e sostenibile. I case study di Levissima e Coop

Mag 24th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Comunicazione, Editoriale


Teads, The Global Media Platform, al Netcomm Forum, svoltosi online dal 12 al 13 maggio, ha portato alla ribalta due importanti temi che stanno definendo il profilo dei nuovi valori di marca: Privacy e Sostenibilità. Durante l’evento dedicato all’e-commerce, al digital retail e alla business innovation nel panorama digitale italiano, Teads ha raccontato le nuove evoluzioni e direzioni strategiche per i brand e advertiser dell’industry Retail & E-commerce con particolare attenzione alle nuove sensibilità dei consumatori post COVID-19.

Il primo appuntamento è stato la Tavola Rotonda “Fast, green & frictionless: quali le leve per la conquista del Cliente nel new normal” sul tema della sostenibilità, in cui Antonella La Carpia, Global VP Marketing di Teads è intervenuta insieme a Stephan Elsner, Presidente e Direttore Generale di Bonprix e Gaetano Gasperini, Managing Director di ePRICE.

La manager ha raccontato come stanno cambiando i valori della marca rispetto alla questione della sostenibilità e dell’impatto tecnologico del mercato digitale sull’ambiente in risposta anche a una sempre più consapevole ed esigente sensibilità dei consumatori riguardo alla questione ambientale. “Il digitale impatta per il 3.7% sulla produzione di diossido di carbonio tanto quanto il traffico aereo.

Molti sono i brandi come Levissima che stanno sviluppando la loro esperienza di marca sostenibile a 360° dallo creazione di prodotti fino alla filiera del mercato pubblicitario” ha dichiarato Antonella La Carpia.

Il workshop tenuto da Angelo Lo Ponte, Head of Business Development & Data Expert di Teads ha, invece, tracciato una panoramica dello stato attuale della transizione cookieless. Il focus è stato prevalentemente sulle iniziative di settore alternative al cookie-based targeting, la loro efficacia in termini di profilazione pubblicitaria e le nuove opportunità legate ai segnali 100% cookieless.

Al centro dell’intervento, l’efficacia delle nuove tecnologie di Contextual Targeting avanzatoche, come dimostrato da diversi A/B test condotti da Teads Intelligence in tutto il mondo, raggiunge livelli di media effectiveness equiparabili al cookie-based targeting. La leva è l’attenzione dell’utente che, se guidata attraverso un posizionamento premium e altamente rilevante rispetto al messaggio pubblicitario, può costituire un asset davvero fondamentale per le strategie cookieless di brand e advertiser.

Il racconto del Case Study di successo dell’ultima campagna con Coop e PHDdimostra come sia stato possibile raggiungere una viewability dell’85% (MOAT benchmark 65-70%) e un tempo medio speso di circa 12 sec - un overperformance del formato che da benchmark registra di solito un 8-10 sec- grazie ad un posizionamento contestuale che ha amplificato il messaggio pubblicitario facendo leva sul Teads Contextual Reachcast, l’esposizione esclusiva per 2 giorni su categorie contestuali di interesse del target.

Related posts:

  1. EY Digital Home Study: dopo la pandemia le case degli italiani saranno più digitali
  2. CTV Advertising: è il futuro della pubblicità e del marketing?
  3. Trend e cifre della quinta edizione del Forum ‘La Roadmap del futuro per il Food&Beverage’ promosso da The European House
  4. Assirm annuncia il Marketing Research Forum 2021, “Forum della Conoscenza”