The Economist: “Welcome to Britaly”

La caricatura dell’ormai ex premier britannica Liz Truss sull’ultima copertina del settimanale The Economist sta dritta nella sua tenuta da guerriera romana e ha l’aria tormentata. Il titolo “Welcome to Britaly” denuncia che l’Inghilterra sta messa male, male come l’Italia.

E per sottolineare questa italianità il settimanale economico inglese non trova metafora più sottile che metterle in mano una forchettona con tanto di spaghetti arrotolati. Paragone poco lusinghiero, segnato con un vecchio luogo comune.

Ma tant’è: la pasta, nel bene e nel male ci rappresenta. E anche chi ci prende un po’ in giro, poi ce la invidia. A dispetto di mode e teorie pseudo scientifiche che vorrebbero bandirla dalla dieta, la pasta alla fine ha sempre la meglio.

E oggi la produzione mondiale di pasta è quasi raddoppiata negli ultimi venti anni, come raddoppiati sono i Paesi in cui la si consuma regolarmente.

Contatti

Address

Via Andrea Costa 7, Milano, 20131 Milano IT

Phone

Phone: +39 02.2610052

Email

redazione@marketingjournal.it