Tutte le tecniche e le strategie di vendita (parte sesta) – Bigino di Danilo Arlenghi

Lug 11th, 2021 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Editoriale


LA CNV, QUELLA VERA

Nella vendita, così come in ogni interazione umana, le parole non bastano. L’intelligenza linguistica vi permette di fare un enorme passo in avanti e poi, per progredire ancor di più, è necessario saper controllare anche altre variabili, appartenenti a tutte e cinque le intelligenze.

In particolare, una vera pietra miliare della vendita è la comunicazione non verbale. Saper utilizzare i gesti nel corretto modo, la migliore postura e le espressioni facciali più funzionali al momento vi permettono di avere una marcia in più.

E, soprattutto, diventa tutto ancor più semplice quando sapete riconoscere queste variabili comportamentali nelle persone con cui parlate. A quel punto, quando sapete applicare in modo avanzato questi aspetti insieme alle regole che avete già appreso in questo articolo, allora siete capaci di influenzare direttamente l’esito dell’interazione, a vostro piacimento.

COMPETITOR? CHI

Una parentesi obbligatoria riguarda i competitor. Avete presente? I vostri competitor, la concorrenza… ce li avete bene in mente? Per molti, la risposta è affermativa. Questo è il punto: ce li avete in mente, quando invece non dovrebbe essere così

Quando avete in mente queste cose, il rischio è che poi ne parliate. E che voi ne parliate bene o male è completamente indifferente: in ogni caso, ne dichiarate l’esistenza. Tecnicamente, state evocando un frame linguistico, e quando lo evocate (anche negandolo!), ne confermate l’esistenza.

Quindi, no, niente competitor. Né nella vostra testa, né nelle vostre parole. Dunque, l’unica vera risposta a chi vi chiede dei vostri competitor è: “competitor… chi!?!?”

LIBERTÀ… PIU’ O MENO

Desideriamo tutti essere liberi di poter scegliere ciò che vogliamo. Meno costrizioni, più libertà. Sapere di essere liberi di fare ciò che preferiamo ci dà enorme soddisfazione. Questo funziona per noi e funziona allo stesso modo per i clienti. Il punto centrale della questione è il seguente: la stessa soddisfazione può essere generata anche quando ci sembra di avere tantissima libertà e in realtà ne abbiamo davvero poca.

L’importante è che ci sia libertà di scelta. Perché, ad esempio, voi che state leggendo queste parole potete tranquillamente leggere anche altri blog, arricchire la vostra conoscenza da altre fonti e informarvi altrove. Fatelo: prendete in considerazione anche altre opzioni, controllate anche il programma di altri corsi di vendita e altri tipi di formazioni, poi quando avete raccolto un po’ di dati potete scegliere più liberamente: magari scegliete l’HCE Sales Prime o magari al contrario scegliete qualche altro corso di HCE.
Insomma, liberissimi di scegliere. L’importante è la libertà… più o meno. Capito, no?

PRATICA, PRATICA, PRATICA

Senza quest’ultima regola, rischiate di applicare tutte le altre strategie al 10% delle potenzialità. Un’unica regola, per diventare davvero bravi e competenti sopra la media: pratica, pratica e pratica. Applicate tutte le strategie che avete appreso e affinate le vostre abilità, giorno dopo giorno. Buon apprendimento!

#marketing #tecnichedivendita #psicologiadivendita #strategiedivendita #daniloarlenghi #clubmc #marketingjournal

Danilo Arlenghi
Pres Naz ClubMC
Editore Marketing Journal
Titolare Party Round Green
Tel mob. 393 9402049
daniloarlenghi@partyround.it

Related posts:

  1. Tutte le tecniche e le strategie di vendita (parte quinta) – Bigino di Danilo Arlenghi
  2. Tutte le tecniche e le strategie di vendita (terza parte) – Bigino di Danilo Arlenghi
  3. Tutte le tecniche e le strategie di vendita (seconda parte) – Bigino di Danilo Arlenghi
  4. Tutte le tecniche e le strategie di vendita (quarta parte) – Bigino di Danilo Arlenghi