Tutto ciò che devi sapere sul marketing finanziario: una guida efficace

Feb 29th, 2020 | Di Redazione | Categoria: Economia & Finanza, Marketing


Il marketing finanziario è l’area della disciplina che analizza l’immagine e il posizionamento degli strumenti finanziari. Poiché il marketing è trasversale, finisce per toccare in un modo o nell’altro tutti i rami di un’azienda o di un settore. Pertanto, si potrebbe dire che ogni settore ha il suo paradigma di marketing.

Il marketing gastronomico, che ha il suo quadro specifico e si basa sul racconto, non è come il marketing finanziario. Il primo ha su Instagram uno dei suoi canali stellari per dimostrare il valore dell’immagine e per mostrare le ricette. Il marketing finanziario, invece, si concentra sulla definizione di aspetti come i seguenti:

-L’immagine delle istituzioni bancarie e finanziarie.
-Come vengono determinati i prezzi bancari.
-La progettazione di canali di distribuzione finanziaria.
-Quali campagne pubblicitarie e promozionali per i prodotti e servizi offerti dagli istituti finanziari
funzionano meglio.

Che cos’è e cosa fa il marketing finanziario?

Il marketing finanziario è quello generato dalle entità del settore finanziario. Sono incluse banche, casse di risparmio, società di gestione finanziaria, istituti di credito, società di investimento e molto altro.

Come in altri settori, il numero di modelli di business e agenti che si inseriscono in quest’area sono numerosi e vari. Ancora di più con la comparsa di ciò che è noto come fintech, start-up che intervengono in questo settore.

Pertanto, le principali funzioni a cui deve rispondere il marketing finanziario sono:

A.- Lavorare sul posizionamento del brand

Il posizionamento del brand è un punto di partenza complesso ma più che necessario per tutte le azioni di marketing che devono essere sviluppate in seguito. In effetti, è quello che segnerà il resto delle funzioni. Ad esempio, se una banca vuole avvicinarsi al mondo degli eSport, come nell’immagine sopra, deve operare il suo posizionamento per questo obiettivo specifico.

L’identità aziendale cambierà man mano che cambia il pubblico di riferimento del brand. E anche i messaggi che dovrebbero essere emessi per quel pubblico saranno diversi. Così come i prodotti offerti e il loro prezzo.

Le banche dovrebbero evitare di assomigliare troppo alla concorrenza. Ecco perché provano sempre a creare nuovi prodotti e servizi e ad adeguare i prezzi. Il suo posizionamento permetterà di notare ad esempio che BBVA è sempre blu, Banco Santander rosso o ING arancione.

B.- Definire l’immagine aziendale delle istituzioni finanziarie

L’identità aziendale è qualcosa di molto più ampio e complesso di un logo di un font o colori predefiniti. Comprende tutti gli elementi grafici di un brand: il design di tutti i suoi canali, i formati in cui vengono presentati i suoi messaggi, lo stile di tutta la comunicazione, … Naturalmente, l’identità aziendale di un’entità finanziaria deve derivare dal posizionamento del brand.

Tornando al tema dei colori, nel caso degli agenti finanziari, hanno molto peso nelle identità aziendali. Quindi, tutti finiscono per identificare BBVA con il blu, Santander con il rosso o La Caixa con il giallo e il blu.

C.- Determinare i prezzi

Molte volte si dimentica che il marketing va oltre la comunicazione. In effetti, ogni strategia di marketing deve avere altre variabili che influenzano gli obiettivi pubblici dell’azienda. Uno dei più importanti è il prezzo di prodotti o servizi.

Naturalmente, non è la stessa cosa commercializzare con commissioni molto basse se ti concentri su un pubblico target con un livello di acquisto basso, piuttosto che addebitare commissioni più elevate rafforzando la tua identità garantendo al tuo pubblico un potere d’acquisto maggiore.

A seconda del pubblico l’istituto finanziario determinerà un prezzo per i propri servizi. Uno degli aspetti fondamentali su cui deve basarsi il marketing finanziario.

D.- Progettare i canali di distribuzione

Come dovrebbero decidere le banche i canali attraverso i quali verranno distribuiti i loro prodotti? Ora che è chiaro che il pubblico deve essere indirizzato, i prodotti e i servizi offerti, il loro prezzo e tutto ciò che riguarda l’identità che definisce una società finanziaria – immagine, tono, messaggi, ecc. – è basilare. È necessario studiare quali canali di distribuzione sono i più appropriati, produttivi e redditizi tra quelli esistenti.

Le opzioni di cui dispongono le istituzioni finanziarie oggi sono molteplici. I messaggi possono essere trasmessi attraverso media tradizionali come televisione, radio o pubblicazioni su carta come giornali o riviste.

Ma puoi anche lavorare sul marketing online attraverso Internet. È qui che canali come il sito web dell’istituto finanziario o i suoi social network acquisiscono un grande valore. E, naturalmente, le applicazioni mobili, uno dei canali essenziali per le istituzioni finanziarie di oggi.
E.- Campagne pubblicitarie e promozione di prodotti e servizi finanziari

Per quanto riguarda la comunicazione esterna della società finanziaria, i formati che saranno cruciali sono le campagne promozionali.

La pubblicità destinata a far funzionare il brandin questo settore è di solito piuttosto grandiosa. E uno degli aspetti che la definiscono è di solito sono campagne cariche di componenti emotive. Fondamentalmente perché ciò che intendono fare è raggiungere il pubblico specifico attraverso i valori che il brand difende, oltre ai suoi successi, sia presenti che accumulati nel corso dell’intera carriera aziendale. Ma in modo emotivo.

Da parte sua, la promozione di prodotti e servizi è generalmente più focalizzata su ciò che viene venduto. Gli annunci e le landing si concentrano sull’evidenziare dei vantaggi e sull’individuazione dell punto dolente del pubblico.

Strategie di marketing finanziario

Ogni istituto finanziario propone strategie differenziate per raggiungere i propri obiettivi. Ma tutti possono essere classificati in 3 tipi di strategie di marketing finanziario:

1.- Strategie basate sui costi

Come suggerisce il nome, si tratta di una strategia focalizzata su una singola variabile: il prezzo dei prodotti offerti. In questo senso, l’obiettivo finale di queste strategie di marketing è quello di avere il minor costo possibile.

Come può essere raggiunto? Analisi dei clienti per poterli assegnare a ciascun segmento. La variabile differenziale solitamente utilizzata in questi casi è il diverso livello di utilizzo che i clienti fanno dei tuoi servizi o prodotti.

2.- Strategie di differenziazione

L’obiettivo finale di questa strategia è distinguersi dalla concorrenza proiettando un’immagine di qualità per i clienti.

Come può funzionare questa strategia? Con campagne pubblicitarie che lavorano sul posizionamento del brand, focalizzate sui valori dell’azienda. Pertanto, si cerca di ottenere la fiducia dei clienti attuali e futuri con messaggi di qualità.

3.- Strategia di segmentazione

È appropriato inviare gli stessi messaggi a un pubblico diverso? La verità è che è abbastanza complicato raggiungere gli obiettivi.

Le istituzioni finanziarie si rivolgono a un pubblico diverso. La strategia di segmentazione consiste nel conoscere molto bene questi gruppi di pubblico target in modo che possano essere segmentati correttamente. Si possono progettare prodotti o servizi specifici per loro e implementare campagne specifiche per ciascun segmento.
Altre strategie di marketing finanziario che funzionano

Oltre a queste 3 grandi strategie, ce ne sono altre che sono note per essere efficaci in quanto danno vita a concetti fondamentali per le istituzioni finanziarie. Alcuni dei più interessanti sono:

Marketing relazionale. È un tipo di marketing volto a costruire un rapporto di lealtà e impegno a lungo termine tra il cliente e l’entità.
Il rebranding è un altro esempio di successo. È noto che 6 consumatori su 10 preferiscono rischiare di provare nuovi prodotti e servizi a condizione che provengano da un brand con il quale hanno un rapporto di fiducia. Pertanto, per introdurre nuovi servizi e prodotti sul mercato, gli istituti finanziari hanno nei loro attuali clienti la migliore opzione per il marketing.

Il content marketing ha un costo molto più basso rispetto ad altre azioni. Un blog e la generazione di contenuti che aggiungono valore agli utenti è un’ottima idea per attirare traffico qualificato verso una pagina web. Una volta lì possono essere convertiti in clienti.

Tuttavia, molte di queste strategie e azioni di marketing hanno il loro lato digitale o sono tipiche di un ambiente digitale. Questo perché la digitalizzazione è già una realtà per le istituzioni finanziarie. Cosa che apre un campo enorme per il futuro del marketing finanziario. Con possibilità di misurare tutte le azioni per prendere decisioni le successive.

Related posts:

  1. Se sai di non sapere provvedi con i nuovi corsi on line in Digital Marketing della ClubMC Academy
  2. Il nuovo marketing? Fare del bene. Si apre l’era delle aziende che puntano tutto sui valori
  3. La Guida definitiva al marketing sui Social Media
  4. Strategie di content marketing. Guida pratica alla creazione di contenuti per social e blog