Tv, digital, e non solo: Pulsee punta anche sulla street art

Nov 24th, 2019 | Di Redazione | Categoria: Unusual Communication


Non solo digital ma anche street art per Pulsee, la nuova energy company full digital di Axpo Italia, che ha appena svelato un murales in Corso Garibaldi, 55 - uno dei luoghi iconici di Milano.

L’affissione inusuale è uno degli step di un’articolata campagna di lancio in stile unconventional adv che punta sull’innovazione e sull’impatto delle capacità creative delle nuove generazioni per valorizzare un brand che si ispira proprio ai loro stili di vita.

Lanciato lo scorso 22 ottobre alla Triennale, con una spettacolare installazione spaziale dell’artista Daan Roosegarde, Pulsee - brand che propone un nuovo modo di fruire l’energia - punta anche sulla street art, valorizzando la creatività di una generazione di artisti molto sensibili ai temi ambientali.

Proprio la cura dell’ambiente è uno dei valori di Pulsee che presenta servizi come MyGreen Energy - Adotta un impianto con cui si ha la possibilità di scegliere e certificare l’origine della propria energia rinnovabile; MyGreen Energy - Gas Certification che garantisce energia proveniente da impianti di produzione Biogas e Zero Carbon Footprint: il servizio che permette di azzerare le emissioni di Co2 e che stima le emissioni annuali individuali e acquista i certificati Co2, per sostenere la creazione di progetti ecologicamente sostenibili.

Sensibilità per l’ambiente ma anche per la cultura e l’arte. Pulsee ha scelto di promuoversi anche attraverso un murales rilanciando uno spirito di mecenatismo orientato a valorizzare una nuova generazione di artisti che operano a Milano, una delle città europee dove la street art si è sviluppata maggiormente negli ultimi anni. Pulsee ha scelto gli Orticanoodles pseudonimo di due street artist italiani, Wally e Alita.

Il murales Pulsee di Corso Garibaldi è stato realizzato dagli Orticanoodles a mano. Raffigura un pappagallo, riprende un post di Instagram del profilo di Pulsee e soprattutto rimanda al claim del brand che recita: “Evolvi la tua energia”.

Da qui la spiegazione: “Quasi tutte le persone cercano di farlo parlare, pochissime ne prendono uno straniero per imparare la lingua”.

“Pulsee rappresenta la vera innovazione del mercato tradizionale dell’Energia per i consumatori Italiani. Un’offerta completamente digitale, semplice e veloce in cui è la singola persona a scegliere come, quando, e quanta energia utilizzare per le proprie specifiche necessità della sua vita quotidiana”, commenta Alicia Matilda Lubrani, Director Marketing & Country Corporate Communication di Axpo Italia. “La novità di Pulsee, che rompe gli schemi tradizionali delle utilities, anche nella user experience e viene rappresentata dal murales degli Orticanoodles. Un modello nuovo e inedito di immagin e messaggi, ispirati agli ‘small data’ trasmettono il valore del Consumatore al centro, capace attraverso Pulsee, di modellare le sue esigenze e il suo rapporto con l’energia”.

L’ingresso nel mercato energetico di Pulsee risponde, infatti, alla vocazione di rivoluzionare l’approccio degli utenti all’energia grazie ad esperienze personalizzate, innovative e coinvolgenti. Pulsee, infatti, propone un nuovo modo di fruire l’energia che mette al centro le esigenze quotidiane delle persone, la loro libertà di scegliere, la semplicità di fruizione e il consumo sostenibile.

Per questo la campagna media è incentrata sui canali digital che ricalcano l’entità del brand Pulsee, ma prevede anche incursioni outdoor come il circuito BikeMI di Milano, Digital Outdoor (Grandi Stazioni e metropolitane), webradio e TV.

Un piano con un occhio sempre attento a cultura e arte di cui il murales, in collaborazione con Urban Vision in Corso Garibaldi, a Milano fino al 30 novembre, rappresenta un esempio.

Related posts:

  1. Quattroruote punta sugli eventi per raccontare l’auto. Confermato lo street show di Milano a settembre
  2. Non solo social, la moda va anche in TV
  3. L’epidemia si abbatte anche sulla pubblicità in tanti settori
  4. Cosa vuoi più dal Vertical Winter Tour ’20? Anche sulla neve fresca la risposta è sempre “un Lucano”!