Vivo o morto voglio un extra budget

Dic 8th, 2020 | Di Redazione | Categoria: CATEGORIA B, Marketing


A tutti sarà capitato di seguire qualche progetto interessante che, purtroppo non aveva i fondi sufficienti per essere realizzato come si deve.

Le soluzioni solitamente sono sempre le stesse, fare buon viso a cattivo gioco, realizzando il progetto alla “come viene viene” oppure semplicemente rinunciare.

Negli anni 80 il regista Paul Verhoeven si inventò una terza strada, decisamente più astuta, che volendo può essere replicata anche in altri campi.

Quando gli fu affidata la regia di Robocop i produttori non credevano molto nel progetto e gli concessero un budget piuttosto limitato.

Non era facile realizzare un film di quel genere in economia e per rientrare nel budget bisognava limitare qualsiasi spesa eccessiva.

Visti gli alti costi, la voce di bilancio dove chiunque avrebbe tagliato qualcosa erano gli effetti speciali, ma Verhoeven sapeva che per un film come Robocop quella era l’ultima spesa da tagliare.

Non poteva rinunciare a dei buoni effetti speciali, se voleva che il film avesse successo e neppure a un buon cast, perché questo avrebbe abbassato la qualità della pellicola.

Decise quindi di trovare una terza soluzione molto semplice.

A fine riprese, ormai in fase di montaggio, dopo aver esaurito totalmente il budget, chiamò i prodotti e gli disse: “ci siamo dimenticati di girare la scena della morte del protagonista”

Si trattava di una scena fondamentale per lo sviluppo della trama, dalla quale prendeva avvio l’intera storia, senza quella sequenza l’intero film non aveva senso.

Ritengo probabile che i commenti dei produttori siano stati estremamente poco gentili e che abbiano contenuto volgari riferimenti alla madre del regista.

Fatto sta che dopo aver pronunciato frasi non contenute nei Vangeli, i produttori furono comunque costretti a concedere i fondi sufficienti per finire il film.

Robocop si rivelò un grande successo, dimostrando che Verhoeven avesse ragione
#marketing #robocop #FilmAnni80

Fortunato Monti
Web & Social Marketer & Content Creator
fortunato.monti@gmail.com

Related posts:

  1. Fare marketing con la sorpresa, esempi di azioni di marketing low budget
  2. Comunicazione e obiettivi. Cosa voglio, chi cerco?
  3. Voglio un Foro, non un Trapano! Levitt docet
  4. Tesla: guerrilla marketing a zerto dollari di budget