Welcome to Bucarest not Budapest

Giu 30th, 2021 | Di Redazione | Categoria: Billboard, Marketing, Marketing In Progress


Auto-ironica e divertente questa campagna del 2013 è stata promossa da Rom Autentic, un famoso produttore di cioccolato rumeno.

La campagna è nata in associazione con McCann Bucarest e MRM Romania, con l’obiettivo dichiarato di affrontare una volta per tutte questo problema: “Bucarest non Budapest!’.

Può sembrare assurdo, ma sono moltissimi gli aneddoti legati alla confusione dei viaggiatori fra le due capitali, ogni rumeno conosce almeno una storia di qualcuno che si è perso scambiando Bucarest per Budapest.

Sebbene spesso questi racconti vengano riportati con grande divertimento, hanno finito con il ferire un po’ l’ego rumeno e soprattutto ne danneggiano lo sviluppo turistico.

La vicenda più incredibile è avvenuta nel 2012, quando una parte dei tifosi dell’Athletic Bilbao, partiti per assistere alla finale di Europa League, sono atterrati a Budapest, anziché a Bucarest.

Tante le celebrità che hanno fatto confusione fra le due capitali, molti ricordano il tour degli Iron Maiden, che hanno iniziato il loro concerto a Bucarest con il saluto:
“Hello, Budapest”

La campagna invitava a visitare il loro sito Web, dove gli utenti avrebbero potuto trovare un “tour anti-confusione gratuito”.

Il capolavoro è stato coinvolgere anche l’Ungheria, che ha aderito alla campagna, posizionando diversi cartelloni pubblicitari vicino all’aeroporto internazionale Ferenc Liszt.

Gli ultimi in ordine di tempo sono stati dei tifosi francesi, che si sono recati a Budapest, anziché Bucarest, per seguire la partita Francia - Svizzera di qualche giorno fa, visto come è terminata, è stato meglio così per loro.

#marketing #comunicazione #social #fortunatomonti #marketingjournal #psicologiadeiconsumi

Fortunato Monti
Web & Social Marketer & Content Creator
fortunato.monti@gmail.com

Related posts:

  1. La guerrilla di Dacia per democratizzare la mobilità elettrica